Truth is in "the discarding of words", it lies "outside words".

~ Yasunari Kawabata ~

 

David Wernsman aveva 17 anni. Una notte, durante l’estate prima del suo ultimo anno di scuole superiori, due sconosciuti sono entrati in casa sua e con il consenso della sua famiglia l’hanno portato via. Gli hanno legato una cintura ai fianchi, l’hanno caricato su una macchina, portato in aeroporto e caricato su un aereo diretto verso la Repubblica Dominicana. Poco tempo prima, David aveva detto ai suoi genitori di essere gay.

Il suo rapimento, come quello di decine di altri ragazzi e ragazze come lui, è stato organizzato per portarlo all’Escuela Caribe, un centro di rieducazione cristiano per adolescenti. Un documentario appena uscito negli Stati Uniti, intitolato Kidnapped for Christ (Rapiti per Cristo) racconta la storia di David e quella degli altri giovani portati al Escuela Caribe contro la loro volontà e delle violenze fisiche e psicologiche che hanno subito.

Ragazzi rapiti nel nome di Dio | Linkiesta.it

È il caso di dire Cristoddio.

(via misantropo)

curiositasmundi:

iceageiscoming:

Genius guy transforms plastic bottles into super strength plastic rope

(via Gizmodo)

Ferramentadì contribution

efattelaunacazzodirisata:

jdrox:

huffingtonpost:

See all of Zhang Junhao’s dance moves in the full heart meltingly adorable video here. 

This is the cutest thing ever and I’m gonna cry

Ciao, piango. Bimbino la tua mamma ha tanto ragione.

Io non posso scrivere che Berlusconi è un corruttore: non c’è stata una condanna definitiva, quindi avrebbe diritto a querelarmi e probabilmente a vincere.

Io non posso scrivere che Dell’Utri è un mafioso: non c’è stata una condanna definitiva, quindi avrebbe diritto a querelarmi e probabilmente a vincere.

Io non posso scrivere che Cosentino è un camorrista: non c’è stata una condanna definitiva, quindi avrebbe diritto a querelarmi e probabilmente a vincere.

Di conseguenza, diffido chiunque a definire “clandestini” quelli che sbarcano a Lampedusa, finché non sono condannati con sentenza passata in giudicato in base alla legge numero 94 del 15 luglio 2009.

Grazie.

Norvegia. Il paese delle fiabe e delle leggende. Si dice che in queste terre, per tenere buoni i draghi, gli offrissero delle giovani vergini. Ma nessuno crede più che certe creature esistano. Nemmeno i draghi.

Leo Ortolani (via genesisofsupernova)